La selezione delle news privacy di Gennaio

Le news Gennaio 2021

News Divisione Privacy CASTGroup

Deepfake: il vademecum del Garante

I deepfake sono foto, video e audio creati grazie a software di intelligenza artificiale che, partendo da contenuti reali (immagini e audio), riescono a modificare o ricreare, in modo estremamente realistico, le caratteristiche e i movimenti di un volto o di un corpo e a imitare fedelmente una determinata voce. Il Garante ha messo a punto una scheda informativa per sensibilizzare gli utenti sui rischi connessi agli usi malevoli di questa nuova tecnologia, sempre più frequenti, anche a causa della diffusione di app e software che rendono possibile realizzare deepfake, anche molto ben elaborati e sofisticati, utilizzando un comune smartphone. Vi interessa saperne di più? Vi invitiamo a leggere il vademecum.

(Fonte Garante Privacy).


Data Breach: Il Garante lancia un nuovo servizio on line per semplificare gli adempimenti

Il Garante ha creato un nuovo servizio per supportare i titolari del trattamento negli adempimenti previsti in caso di Data Breach. Gli utenti possono accedere al modello di notifica al Garante e alla procedura di auto-valutazione (self assessment) che aiutano il titolare nell’assolvimento degli obblighi in materia di notifica di una violazione dei dati personali all'autorità di controllo e di comunicazione di una violazione dei dati personali all'interessato. La procedura di autovalutazione del Garante è molto sintetica ed è utile per una prima valutazione. Per valutare e gestire correttamente le violazioni dei dati personali, ricordiamo ai ns clienti, che Privacylab ha realizzato la piattaforma "Gorilla Data Breach” semplice, certificata ed assicurata. Vi invitiamo a leggere l’articolo e a provare il test di autovalutazione. Per tutti coloro che sono interessati a una demo o a ricevere maggiori informazioni su "Gorilla data breach” vi invitiamo a scrivere a privacy@castgroup.it. A questo link il servizio del Garante.

(Fonte Garante Privacy).


Giornalismo: il Garante sanziona "Le Iene”

A seguito di un reclamo di un medico, il Garante ha sanzionato per 10.000 Euro Reti Televisive Italiane S.p.A. e ha negato a quest’ultima la diffusione dell’intervista registrata a insaputa del medico. La motivazione è stata la mancanza di correttezza e trasparenza prevista oltre che dal Regolamento Europeo, anche dal codice deontologico dei giornalisti. L’intervista dovrà però essere conservata per eventuali utilizzi in sede giudiziaria. Il Garante ha disposto l’invio di copia del provvedimento al Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e la sua pubblicazione per intero sul sito web del Garante. Vi invitiamo a leggere il Provvedimento.

(Fonte Garante Privacy).


Cookie: il Garante avvia una consultazione pubblica sulle regole per il loro utilizzo

Il Garante ha avviato una consultazione pubblica per integrare i propri interventi del 2014 e del 2015 alla luce anche delle Linee Guida del 4 maggio 2020 del EDPB. Vi terremo aggiornati su come dovrà essere modificato il vs sito aziendale. Nel frattempo vi invitiamo a leggere l’avviso, il comunicato stampa e gli allegati

(Fonte Garante Privacy).


Pubblicata Dal 11/01/2021